\\ Home Page : Articolo : Stampa
UN weekend con “aquiloni in alta quota” a San Severino Lucano, per il primo raduno di aquilonisti, il 6 e 7 settembre
Di Admin (del 05/09/2008 @ 11:33:12, in news, linkato 839 volte)
Il cielo di San Severino Lucano si riempirà di colori nel primo weekend di settembre grazie ad “Aquiloni in alta quota” il primo raduno degli aquilonisti che si terrà a San Severino Lucano domani (sabato 6 settembre) e domenica 7. Alla manifestazione ideata dalla Pro Loco guidata da Antonio Provenzano, con l’intento di creare un momento d’incontro tra gli appassionati dell’aquilonismo, una nuova occasione di animazione territoriale e di divertimento, partecipano tra gli altri aquilonisti di Bari, Taranto e Napoli. Sabato esperti e dilettanti, appassionati vecchi e in erba si ritroveranno nella cittadina del Pollino alle ore 15,00, per un laboratorio di costruzione di aquiloni. L’officina di fabbricazione di aquiloni tra le altre cose intende avvicinare i ragazzi ad un hobby ecologico, creativo e fantasioso, che consente un sano rapporto con l'ambiente. Tale attività offre validi spunti didattici ed educativi: la scelta del modello, la decorazione, e la realizzazione, implicano il passaggio dal progetto al manufatto finito, la costruzione unisce fantasia e manualità ,la fase del volo, infine, consente la verifica di quanto si è appreso e la condivisione della propria realizzazione. Naturalmente quello degli aquiloni è un poetico mondo di forme e colori ma senza il rispetto di precise regole costruttive, essi non volano. E dalla didattica alla verifica. Domenica, a Cozzo della Principessa, una splendida terrazza che si affaccia sulle vette della catena del Pollino a 1350 metri di altezza, dalle 10,00 si faranno volare aquiloni di ogni colore e dimensione. Al volo si abbinerà un vero e proprio pic nic sui prati durante la quale sarà possibile degustare i prodotti tipici di San Severino Lucano e del Pollino. “Vogliamo creare un momento di aggregazione, ha detto il presidente Provenzano, svago e divertimento per le famiglie del posto e i turisti a contatto con la natura, attraverso una manifestazione altamente eco-compatibile e in un’area lontana da rumori, dal traffico e soprattutto di una bellezza mozzafiato”

L’addetto Stampa Antonietta Zaccara