\\ Home Page : Articolo : Stampa
l’Accordo di Programma per la realizzazione del “Contratto di quartiere”
Di Admin (del 23/10/2008 @ 01:18:26, in news, linkato 663 volte)

Sarà firmato, domani (24 ottobre) pomeriggio, a San Severino Lucano l’accordo di Programma fra regione e comune per la realizzazione del Contratto di Quartiere. Due milioni l’investimento destinato al comune per la realizzazione del progetto che si attua attraverso l’acquisizione di fabbricati privati in disuso che saranno recuperati e rimessi in uso.

Il “Contratto di Quartiere” è un progetto di recupero complessivo e integrato di risorse, un programma di sviluppo del centro storico a vari livelli, che riguarda il recupero e la riqualificazione architettonica, urbanistica ed economica.

Quello di San Severino Lucano definito “Contratto di Quartiere II” si ricollega ad una legge del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 1998, sul recupero dei centri storici.

E’ stato denominato “Casale”, nome con cui, in passato, veniva indicato il centro di San Severino Lucano dagli abitanti delle frazioni e dei paesi circostanti non essendo ancora comune autonomo ma Casale di Chiaromonte.

Ciò che caratterizza questi contratti è l’interazione, la contrattazione tra vari soggetti pubblici (Comuni, Regioni e Stato centrale) e tra questi e i privati, che per la prima volta sono chiamati a collaborare nelle scelte sulla realizzazione del progetto stesso: le esigenze, le richieste di servizi e i desideri del singolo diventano strumento di progettazione.

“Il contratto di quartiere vuole essere parte di un percorso che questo Ente sta perseguendo, dice il sindaco Francesco Fiore, integrandosi in azioni che mirano a valorizzare il nostro Comune sotto il profilo della fruizione turistica, dello sviluppo socio- economico e culturale e del miglioramento della qualità della vita. Finalità economica del Progetto è il recupero, ripristino e miglioramento di tutte quelle attività, che nel recente passato facevano di questo ambito il centro vitale del comune”.

Il piano prevede la realizzazione, nel centro storico area interessata al Contratto di Quartiere, di botteghe e laboratori artigiani ai piani terra degli alloggi da affidare a privati o cooperative per offrire al settore turistico una nuova offerta e favorire tra l’altro la visita dei vicoli, a ciò si aggiunge un programma di sostegno culturale e di formazione professionale e a servizio dell’intervento residenziale la realizzazione di opere di urbanizzazione e infrastrutturali.

Alle ore 18,00 il sindaco Fiore e il presidente della Giunta Regionale Vito De Filippo apporranno la firma che darà concretezza al progetto.


Antonietta Zaccara