San Severino Lucano blog realizzato da Francesco Fittipaldi e Roberto Forte © 2003-2015
Immagine
 Header20100813... di Admin
 
"
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.

Di Admin (del 10/03/2010 @ 14:33:35, in news, linkato 777 volte)
L’Associazione Musicale“VIVIAMO LA MUSICA” con il patrocinio del Comune di San Severino Lucano Presenta TRIO MAX BRUCH Concerto per pianoforte, clarinetto e violoncello Domenica 14 marzo 2010 – ore 18,30 Chiesa Madre San Severino Lucano Prof. SAVERIO SANGREGORIO Prof. VINCENZO ACCATTATO Prof. VITO STANO Pianoforte Clarinetto Violoncello La Cittadinanza è invitata
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 12/02/2010 @ 15:06:22, in news, linkato 689 volte)
Si comunica che il convegno di presentazione del Il progetto CHORD: Cultural Heritage: Exploiting Opportunities for Rural Development (Il Patrimonio Culturale: Sfruttamento delle Opportunità per lo Sviluppo Rurale), previsto DOMANI POMERIGGIO (SABATO 13 FEBBRAIO) A SAN SEVERINO LUCANO, a causa delle cattive condizioni del tempo, E’ STATO RINVIATO A SABATO 20 FEBBRAIO PROSSIMO ALLA STESSA ORA.


Antonietta Zaccara
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 10/02/2010 @ 13:55:38, in news, linkato 692 volte)
Sarà presentato sabato 13 febbraio a San Severino Lucano il progetto CHORD: Cultural Heritage: Exploiting Opportunities for Rural Development (Il Patrimonio Culturale: Sfruttamento delle Opportunità per lo Sviluppo Rurale). CHORD, lo ricordiamo, è uno dei progetti del programma Med programma cofinanziato dall’Unione Europea. San Severino Lucano è l’unico comune lucano a far parte del partenariato del progetto composto da Provincia di Benevento (ente capofila) Comune di San Severino Lucano, la Regione dell’Est Macedonia e Tracia (Grecia), l’associazione Pòle Industries Culturelles et Patrimoines (Francia), la Fondazione della Comunità Valenciana Regione Europea (Spagna), Ena Chios S.A. (Grecia), la Camera di Commercio di Siviglia (Spagna), la Mancomunidad de la Ribera Alta (Spagna), e il Comune di Ceuti (Spagna). Il progetto mira alla valorizzazione rurale economica e culturale, attraverso la promozione culturale innovativa e creativa di poli di imprese sulla base del patrimonio culturale dei partner e delle ricchezze del paesaggio. Nostro obiettivo così come quello di Chord, spiega il sindaco di San Severino Lucano Saverio De Stefano, è quello di riuscire a trarre dalla promozione culturale del patrimonio vantaggi a livello turistico oltre che rivitalizzare le aree rurali aventi un significativo patrimonio storico e culturale, nonché i notevoli prodotti locali materiali e immateriali e le risorse del paesaggio locale e promuovere l'imprenditorialità in campo culturale/creativo e la fornitura di servizi e attività per il tempo libero. Sabato operatori turistici, culturali e dell’agroalimentare e gli amministratori locali del territorio delle 4 Valli (Frido, Sarmento, Mercure e Sinni) coinvolte nel progetto conosceranno finalità del progetto e modalità di raggiungimento degli obiettivi, a illustrare le linee programmatiche di Chord, dopo i saluti del sindaco De Stefano e del presidente della proloco del Pollino Antonio Provenzano, ci sarà la Project Manager Angela Zifarone, apporteranno il loro contributo alla tavola rotonda il vicepresidente del Parco del Polino Franco Fiore che parlerà de “il progetto Chord nelle politiche del Parco”, il presidente dell’Alsia Pollino Domenico Cerbino che relazionerà su “i prodotti agroalimentari nello sviluppo del territorio” e il consigliere provinciale Luigi Viola che riferirà su “la provincia e le politiche di sviluppo del territorio”. L’appuntamento è alle ore 18,00 al centro visite di San Severino Lucano.


<


 Antonietta Zaccara
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Si rinnova il servizio di raccolta differenziata porta a porta nel comune di San Severino Lucano, dal primo di febbraio l’attività sarà ottimizzata per renderla ancora più efficiente ed efficace. Uomini e mezzi effettueranno la raccolta secondo un nuovo calendario. Le indicazioni sulle novità che saranno introdotte, una riflessione sulla importanza del differenziare per riciclare e recuperare materiale e quindi risparmiare materie prime e migliorare la qualità dell’ambiente, e un primo bilancio sui risultati dei 14 mesi di raccolta porta a porta sono stati fatti l’altra sera nel corso di un convegno a cui hanno partecipato , il sindaco Saverio De Stefano, l’assessore Nicola Gallicchio, Enrica Maria Laveglia, responsabile dello studio di consulenza ambientale Eco BLM, il vicepresidente del parco del Pollino Franco Fiore, il sindaco del consiglio comunale dei ragazzi Cristiana Mastropierro, il consigliere della provincia di Potenza Luigi Viola, il presidente del WWF Basilicata Vito Mazzilli, il rappresentante territoriale del WWF Bruno Niola e l’assessore provinciale all’ambiente Massimo Macchia. Soddisfatta l’amministrazione comunale dei primi risultati anche se bisogna ancora migliorare. In 14 mesi il conferimento in discarica di rifiuti è diminuito in media del 30 per cento con picchi anche del 40 per cento. Se si pensa che la raccolta differenziata a livello provinciale non supera il 7 per cento, la soddisfazione tanto da parte di chi amministra che da parte della popolazione che ha risposto all’invito di chi governa è maggiore, tuttavia non bisogna accontentarsi, di qui la necessità di un nuovo progetto redatto dal comune e finanziato dalla provincia; si chiama “Differenziamoci” e prevede attività di comunicazione, animazione e mediazione territoriale. La prima parte di questo progetto si è conclusa con il convegno durante la quale è stato distribuito un opuscolo informativo un utile supporto per aiutare il cittadino a meglio differenziare quanto di rifiuto produce in casa. Il servizio porta a porta dal primo di febbraio avrà questo calendario: per l’umido gli operatori passeranno tre volte a settimana, carta e cartone per le famiglie la raccolta avverrà l’ultimo sabato del mese mentre per le attività commerciali tutti i sabato, il vetro sarà raccolto il secondo e quarto giovedì del mese mentre plastica e metalli primo e terzo martedì. Un’isola ecologica e diversi punti raccolta accoglieranno la rimanente parte di rifiuti. Ridurre, recuperare e riciclare le tre parole su cui si è insistito per migliorare la qualità della vita e dell’ambiente in cui si vive e ridurre i costi del servizio, e che animano la filosofia dell’amministrazione comunale.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Il Pollino e i suoi prodotti enogastronomici saranno sulla tavola imbandita a Vienna dai partner del progetto “CHORD - Cultural Heritage: Exploiting Opportunities for Rural Development” - I Beni Culturali come occasione di opportunità per lo sviluppo dei territori rurali”, di cui San Severino Lucano è l’unico comune lucano del gruppo, la prossima settimana. Una occasione di promozione di un territorio vasto e delle sue bontà. Saranno a Vienna per l’occasione, tra gli altri, il vicesindaco del comune di San Severino Lucano Franco Fiore, la dottoressa Angela Zifarone, esperta di Marketing Territoriale e Turistico; che ha curato la progettazione prima e la realizzazione ora del progetto per conto del comune di san Severino Lucano. Il progetto CHORD, lo ricordiamo è rientrato nel programma Med dell’Unione Europea che lo ha cofinanziato. Fanno parte del partenariato la Provincia di Benevento (ente capofila) il Comune di San Severino Lucano (Basilicata), la Regione dell’Est Macedonia e Tracia (Grecia), l’associazione Pòle Industries Culturelles et Patrimoines (Francia), la Fondazione della Comunità Valenciana Regione Europea (Spagna), Ena Chios S.A. (Grecia), la Camera di Commercio di Siviglia (Spagna), la Mancomunidad de la Ribera Alta (Spagna), e il Comune di Ceuti (Spagna). CHORD ha come obiettivi la definizione di accordi tra soggetti pubblici e privati per diffondere il potenziale dell’offerta turistica del Mediterraneo sui mercati internazionali, sviluppare e sperimentare una strategia comune per l'attuazione di servizi culturali innovativi e promuovere iniziative che possano aumentare l'attrattiva e il valore economico del patrimonio culturale della zona MED e, nel nostro caso, di San Severino Lucano. Tra le azioni, dice il vicesindaco di San Severino Lucano, è prevista la rivitalizzazione delle aree rurali con un significativo patrimonio storico e culturale, come pure i prodotti tipici locali e del paesaggio, oltre a forme di incoraggiamento per l'imprenditorialità locale a creare occasioni di sviluppo e di occupazione anche attraverso la creazione di una rete di collaborazione tra i partner del progetto, oltre allo scambio di buone pratiche trasferibili ad individuare modelli di sostenibilità e strategie di marketing per le imprese culturali e altro. Insomma una nuova boccata di ossigeno ai polmoni dello sviluppo socio economico e produttivo di San Severino Lucano e del suo interland territoriale.







Antonietta Zaccara
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Si è conclusa a San Severino Lucano la tre giorni di tavola rotonda formativa promossa dalla scuola dello sport Coni di Basilicata. Una tre giorni in cui al centro dell’attenzione di amministratori locali, tecnici, presidenti di società sportive e non solo, c’è stata l’“impiantistica sportiva in Basilicata: nuovi impianti e recupero dell’esistente”. A porgere i saluti e apportare il loro contributo il sindaco di San Severino Lucano Saverio De Stefano, il vicepresidente del Parco Nazionale del Pollino Franco Fiore, il consigliere provinciale Luigi Viola e il presidente della scuola Coni Eustacchio Tortorelli. “l’iniziativa, ha detto Tortorelli, vuole tra le altre cose sensibilizzare le amministrazioni a considerare lo sport come funzione basilare, momento di formazione per i nostri giovani e quindia incentivare i ragazzi a praticare sport.” E dell’importanza dello sport sia per i suoi aspetti psicosanitari che aggregativi e come momento per allontanare soprattutto i giovani da forme di devianza ha parlato il primo cittadino di San Severino Lucano, che ha tra l’altro sottolineato l’importanza dell’adeguamento delle strutture sportive dei piccoli comuni e il ruolo che esse possono avere in un paese turistico, buone strutture, ha detto contribuiscono a migliorare il soggiorno del turista e quindi alla crescita socio economica e produttiva. Vincenzo Smeriglia ha illustrato il ruolo dell’Istituto di Credito Sportivo, ha parlato dei soggetti finanziabili e della tipologia e procedure di finanziamento, Antonio Colaci ha parlato delle leggi e norme, dei regolamenti e degli incentivi che favoriscono un utilizzo delle fonti rinnovabili sugli impianti tecnologici e il miglioramento dell’efficienza dell’involucro edilizio. Francesco Nolè si è soffermato sulle leggi che si occupano dell’impiantistica sportiva, sia per quanto riguarda i nuovi impianti che la messa a norma dell’esistente e dellimpiantistica sportiva in Basilicata, Maria Brancucci ha illustrato il D.Lgs.81/08 e gli impianti sportivi, Salvatore Pellettieri si è soffermato sul Programma Triennale dello sport 2008/09/10 della L.R n 26/2004. Antonietta Zaccara
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 30/10/2009 @ 00:41:42, in news, linkato 835 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 26/10/2009 @ 00:28:50, in news, linkato 718 volte)
Tecnici soccorritori del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (C.N.S.A.S.) servizio regionale Basilicata con istruttori Nazionali ed il IV gruppo eliassalto della marina militare di Grottaglie effettueranno una simulazione di soccorso in montagna a San Severino Lucano, domani martedì 27 ottobre e dopodomani mercoledì 28. Il programma prevede oltre ad attività tecnica elimbarchi e sbarchi in hovering con uso del verricello e recupero feriti. Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (C.N.S.A.S.), lo ricordiamo, è una associazione composta da volontari, che opera nel territorio italiano dal 1955, attraverso Stazioni di pronto intervento dotate di materiali tecnici per il soccorso specifico in montagna e zone impervie. Il corso avrà inizio alle ore 8,00, le esercitazioni si terranno presso la superficie di elisoccorso della cittadina del Pollino. L’iniziativa, afferma il vicesindaco di San Severino Lucano, nonché vicepresidente del Parco Nazionale del Pollino, Franco Fiore “vuole mettere in evidenza quali sono gli interventi da mettere in essere in caso di pericolo per tutelare la incolumità dei visitatori dell’area e non solo. L’opera del gruppo di soccorso alpino è diventata una necessità frequente e un servizio importante. Le nostre montagne sono sempre più popolate da appassionati delle vette, amanti del tempo libero e delle attività sportive in alto, tuttavia dietro le suggestioni la montagna nasconde le sue insidie, i volontari del soccorso sono sempre in campo per prestare aiuto”. Accanto all’opera dei soccorritori sicuramente occupa un posto importante la base di Elisoccorso da cui i servizi di emergenza fanno partire i mezzi di soccorso, il comune di San Severino Lucano ha la propria superficie “aerea” di emergenza, una superficie che riveste grande importanza non soltanto per il territorio del Comune di San Severino Lucano, essendo la sua localizzazione, nell’alta Valle del Frido è in una posizione di centralità e facilmente raggiungibile sia dalla Val Sarmento che dalla Valle del Mercure, ed è quindi a servizio dell’intero Parco Nazionale del Pollino.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 11/09/2009 @ 00:46:43, in news, linkato 908 volte)
Sabato(12 settembre) ) una scultura di bronzo raffigurante la Madonna di Pollino vetta della Madonna di Pollino, la statua domenica mattina lascerà il Santuario per ritornare in paese. Sarà un weekend ricco di arte e cultura ma anche di tradizione e spiritualità, quello che vivrà San Severino Lucano. Sabato (12 settembre) una scultura di bronzo raffigurante la Madonna di Pollino di 2,20 metri di altezza poggiata su una base di altrettanti metri sarà collocata nei pressi del Santuario dedicato alla Vergine e domenica mattina all’alba la statua della protettrice lascerà il Santuario per ritornare nella sua dimora invernale. Il taglio del nastro di questo doppio momento dedicato alla Vergine è alle ore 18,00 con la celebrazione eucaristica, dopo la benedizione dell’imponente scultura è previsto l’intervento Del Presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo, del vescovo della Diocesi di Tursi- Lagonegro Mons. Francesco Nolè, del Presidente del Parco Nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra, del sindaco di San Severino Lucano, Saverio Carmine De Stefano, del direttore Generale dell’APT, Gianpiero Perri e, naturalmente della scultrice Daphnè Du Barry. L’iniziativa rientra nel programma degli “eventi nazionali e internazionali” della regione Basilicata, “l’intervento artistico è volto all’arricchimento del patrimonio culturale e religioso del territorio” e vuol essere “un omaggio alla fede e alla devozione delle Comunità Locali”. “Abbiamo accolto con entusiasmo la decisione della Presidenza della Giunta Regionale, di allocare nel nostro territorio un’opera d’arte che raffigurasse la Vergine del Pollino,afferma il sindaco di San Severino Lucano, essa dominerà l’intera valle del Frido, sarà un nuovo tassello nelle azioni di valorizzazione del patrimonio religioso e culturale del nostro territorio” “l’iniziativa, dice il vicepresidente del Parco Nazionale del Pollino, Franco Fiore, verte sull’importanza dell’arte come segno ed espressione di un territorio, idealmente può essere considerata la continuazione del percorso di sviluppo di quelle forme espressive che, nel corso dei secoli, hanno arricchito materialmente e spiritualmente la nostra regione. Essa va a rafforzare il programma di eventi culturali di attrazione turistica verso il nostro territorio.” Dopo la manifestazione inaugurale della scultura e il buffet i figli di Maria rimarranno sul Monte alle ore 22,30 inizierà la veglia di preghiera per l’ultima notte di permanenza della statua al Santuario del Pollino. Alle 5,00 di domenica mattina, il parroco don Nicola Modarelli, celebrerà la prima Messa della giornata e insieme ai suoi parrocchiani e devoti della Madonna comincerà il cammino per il ritorno dell’immagine in paese, alle 9,00 circa e poi alle 11,00 a Mezzana sarà celebrata la Messa, l’arrivo in paese è previsto intorno alle 18,00, un’altra celebrazione eucaristica e poi uno spettacolo di fuochi di artificio accoglieranno la Vergine che rimarrà nella chiesa parrocchiale fino al prossimo mese di giugno. Info utili: Nata ad Arnhem in Olanda nel 1953 Daphné Du Barry viene introdotta nel mondo dell'arte grazie a Salvador Dalì. Dopo alcuni anni di studio alla scuola di disegno del maestro Aksos Szabo diventa alliva di Marcello Tommasi a Firenze uno dei più grandi maestri di scultura figurativa in Italia da cui riceve una formazione rigorosamente classica. Nello stesso periodo frequenta l'Accademia delle Belle Arti di Firenze. Daphné Du Barry ha esposto le sue sculture in molte mostre in tutto il mondo. Molte sono le sue opere rappresentanti personaggi famosi sia contemporanei che del passato e molti a tema religioso fra cui una pietà per la cattedrale di Auch inaugurata da Giovanni Paolo II che successivamente l'ha insignita del titolo di Dama dell'ordine di San Silvestro. Nel 2005 la città di Lucca le commissiona la statua per il compositore Luigi Boccherini. La statua posizionata nella piazzetta antistante il conservatorio dedicato all'artista è stata inaugurata il 23 marzo 2008. La regione Basilicata l’ha incaricata di realizzare la scultura della Madonna di Pollino, l’artista ha effettuato lo scorso autunno un primo sopralluogo nel sito in cui l’opera avrebbe trovato la sua collocazione. Dopo un primo bozzetto in creta ha iniziato a lavorare alla statua in bronzo, tornita intorno alle figure di una Madonna non statica , ma colta nell’atto di esporre il proprio bambino verso la valle, suggellandone così l’immagine benedicente rivolta a tutti gli abitanti della vasta area del Pollino lucano“. STATUA E SANTUARIO La statua, di stile bizantino, è lignea: la Vergine sul braccio sinistro tiene il Bambin Gesù, che a sua volta sostiene il mondo. Il Santuario della Madonna del Pollino è punto di riferimento religioso per numerosi fedeli. Sull’origine di esso, che si fa risalire ai primi decenni del 1700, nessun documento scritto si ritrova nell'Archivio Parrocchiale di S.Severino Lucano, né altrove. La tradizione ha sempre raccontato di un'apparizione della SS.Vergine ad un pastore che, nella montagna di Pollino, conduceva al pascolo il suo gregge. Questi impressionato dell’avvenimento raccontò quanto successogli, sorse in molti il desiderio di vedere la Madonna. Intanto a San Severino Lucano, una donna di nome Rosa Maria lasciato a casa il marito malato si fece accompagnare al monte dalla cognata Vittoria. Giunte sulla montagna, le due donne si aggirarono per lungo tempo sul luogo dove, dalle indicazioni ricevute, presumibilmente la SS.Vergine era stata vista dal fortunato pastore. Dopo aver tanto camminato, esse sentivano gran sete e non potevano in nessun modo dissetarsi per mancanza d’acqua. Dopo fervide preghiere, a breve distanza da loro, improvvisamente videro sgorgare uno zampillo d’acqua da una grossa pietra conformata a conca. Accanto a questa pietra videro l’apertura di una grotta, nella quale si sentirono misteriosamente attirate e vi entrarono, appena penetrate nell'interno della grotta, videro un mucchietto di terra e pietrame sotto cui in un grosso panno di lana era avvolta una piccola Statua della SS.Vergine col Bambino, quasi intatta, ma alquanto scolorita e sciupata nei lineamenti. La Signora Rosa Maria, di ritorno a San Severino, trovò il marito completamente guarito. Al racconto della moglie si inginocchiò in mezzo alla casa e fece voto di costruire sul Monte Pollino una cappella in onore della Vergine Maria. Così sorse il rinomato Santuario. Esso oggi comprende la chiesa, alcuni locali annessi per il servizio e la dimora del clero e del personale addetto alla custodia del Santuario, la Casa del pellegrino per l’ accoglienza dei fedeli e per coloro i quali vogliono vivere alcuni giorni di profonda spiritualità. La chiesa, ampliata nel 1970, è a stile romanico, ha tre navate con artistica volta di legno adornata da un pregevole rosone. Antonietta Zaccara
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 03/09/2009 @ 15:46:19, in news, linkato 843 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29

< novembre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           


Titolo
news (282)
San Francesco di Paola il 19/06/2011 (1)

Catalogati per mese:
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020

Titolo
eventi (74)
manifesto autunno 2013 (1)
manifesto spiga d'oro (1)


Titolo
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Pertanto, non puo' considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001. Il materiale presente sul sito puo' essere liberamente riutilizzato citando la fonte.




29/11/2020 @ 09:14:17
script eseguito in 194 ms