San Severino Lucano blog realizzato da Francesco Fittipaldi e Roberto Forte © 2003-2015
Immagine
 PuntoCom... di Francesco
 
"
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.

Di Roberto (del 02/06/2011 @ 00:54:54, in news, linkato 922 volte)
Domenica 5 giugno 2011 la comunità di San Severino Lucano porterà in processione la statua della Madonna del Pollino, prima di accompagnarla al Santuario a lei dedicato, dove la Vergine rimarrà fino a settembre. Il programma prevede sabato 4 giugno 2011 una processione per le strade del paese dalle 18,00 alle 20,00 subito dopo la celebrazione Eucaristica, domenica la prima messa è all’alba alle ore 6,00 nella chiesa parrocchiale da dove inizierà la salita per il monte, saranno attraversate le varie contrade e alle 11,00 è prevista la celebrazione eucaristica a Mezzana, a mezzogiorno all’incrocio Acquatremola ci sarà l’incontro con i pellegrini venuti dai paesi dell’interland e poi i fedeli tutti riprenderanno il cammino verso il Santuario. Il viaggio si completerà, naturalmente con la celebrazione della Messa. La statua, di stile bizantino, è lignea: la Vergine sul braccio sinistro tiene il Bambin Gesù, che a sua volta sostiene il mondo. Il Santuario sorge sulle pendici settentrionali del massiccio del Pollino, a 1537m s.l.m. Secondo la tradizione popolare la storia del Santuario comincia tra il 1725 e il 1730 con un’apparizione della Vergine ad un pastore che, nella montagna di Pollino, conduceva al pascolo il suo gregge.Il pastore, impressionato, divulgò il fatto rapidamente. Una mattina una donna di nome Rosa Maria e la cognata Vittoria iniziarono la salita al Monte. Rosa Maria aveva a casa il marito Antonio Perrone affetto da lunga e inguaribile malattia. Dopo aver tanto camminato, ebbero sete ma non potevano dissetarsi per mancanza d’ acqua. Si rivolsero allora alla Vergine affinché,se indegne di vederla a faccia a faccia, almeno ne ricevessero la grazia di poter trovare un po’ d’ acqua per estinguere l’arsura. A breve distanza da loro, improvvisamente videro sgorgare uno zampillo d’ acqua da una grossa pietra conformata a conca. Accanto a questa pietra videro l’apertura di una grotta, era piccola, formata da grossi blocchi di roccia. Le due donne, appena entrate nell’interno della grotta si accorsero che in un canto di essa era ammucchiato del pietrame minuto con misto a terriccio in modo da far sospettare che sotto dovesse essere stata nascosta qualche cosa. Ed osservando meglio a un lato del mucchio videro lo spigolo di una cassa. Con le mani tremanti, esumarono ed aprirono la cassa già ammuffita e logora, con i chiodi arrugginiti e strozzati .e in un grosso panno di lana era avvolta una piccola Statua della Vergine col Bambino, quasi intatta, ma alquanto scolorita e sciupata nei lineamenti. Le due donne, col cuore ricolmo di gioia , ritornarono alla propria casa ove trovarono Antonio miracolosamente guarito. Antonio al racconto commovente s’inginocchiò in mezzo alla casa e fece voto che, avrebbe fatto costruire una Cappella nel luogo di ritrovamento della statua, dopo la raccolta del danaro occorrente. Così sorse, in piccola costruzione, ora il Santuario. Esso oggi comprende la chiesa, alcuni locali annessi per il servizio e la dimora del clero e del personale addetto alla custodia del Santuario, la Casa del pellegrino per l’ accoglienza dei fedeli e per coloro i quali vogliono vivere alcuni giorni di profonda spiritualità. La chiesa, ampliata nel 1970, è di stile romanico, ha tre navate con artistica volta di legno adornata da un pregevole rosone. Il Santuario della Madonna del Pollino è punto di riferimento religioso per numerosi fedeli della calabria settentrionale e del sud della Basilicata. La grotta, dove secondo la tradizione è stata ritrovata la statua,ancora oggi è al centro della pietà popolare.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 23/04/2011 @ 10:32:13, in news, linkato 871 volte)
Dallo staff di sanseverinolucano.com Auguri di Buona Pasqua 2011

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Roberto (del 15/03/2011 @ 16:07:33, in news, linkato 839 volte)
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Roberto (del 09/03/2011 @ 01:38:20, in news, linkato 1072 volte)
Carnevale sanseverinese ecco le foto:









Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Roberto (del 19/02/2011 @ 15:14:02, in news, linkato 835 volte)
Nella sezione "FOTO"    nuova sezione fotografica by sanseverinolucano.com : nevicata dicembre 2010 a San Severino Lucano Autori : Santino De Luca, Francesca Fittipaldi, Rosamaria Cataldi

La Redazione
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Roberto (del 06/02/2011 @ 01:50:46, in news, linkato 955 volte)
l tubero del Pollino sta ricevendo attenzioni da più parti e le sue qualità hanno suscitato  l’interesse particolare degli addetti ai lavori....

C’è grande fermento intorno alla patata di San Severino Lucano. Il tubero del Pollino, infatti, sta ricevendo attenzioni da più parti e le sue qualità hanno suscitato l’interesse particolare degli addetti ai lavori. Al di là di ogni sorta di curiosità quando si parla di prodotti agroalimentari, la patata di San Severino si segnala sicuramente come una delle produzioni tipiche “emergenti” che è necessario valorizzare tramite un’attenta opera di riscoperta, per evitare che il paventato pericolo di scomparsa del suo genotipo si manifesti concretamente.

È da questa considerazione che l’allora sindaco di San Severino, Franco Fiore, attuale vicepresidente del Parco Nazionale del Pollino, è partito qualche anno fa dando l’avvio ad un importante studio genetico per carpire caratteristiche e i segreti del prezioso prodotto.  “Vogliamo salvaguardare questo elemento in via d’estinzione – ha detto Fiore  – perché riteniamo cha abbia tutte le caratteristiche per entrare a far parte di quelle colture che sono espressione del nostro mondo agricolo”. In effetti, le qualità della patata in questione sono stati certificati anche dall’Alsia che l’ha inserita nell’elenco dei prodotti tradizionali della Basilicata.  “Noi puntiamo a creare una filiera in grado di dare impulso all’economia agricola – ha continuato Fiore -, dove la patata di San Severino può rappresentare una delle  produzioni d’eccellenza”.

Sulla stessa lunghezza d’onda l’attuale primo cittadino di San Severino, Saverio Carmine De Stefano, che ha dichiarato: “Il recupero e la valorizzazione di antiche varietà orticole come la patata è importante sia per evitare l’abbandono di terreni, sia per dare la possibilità a tante persone di integrare il proprio reddito con la vendita di prodotti tradizionali e genuini. Il sindaco De Stefano non trascura nemmeno l’aspetto turistico, sul quale senza mistero San Severino punta da tempo: “La patata di San Severino rientra nelle strategie di offerta turistica messe in atto dal nostro comune, come un prodotto di sana ristorazione, da affiancare alle bellezze naturali del Pollino, alla nostra cultura, alla storia e a tutte quelle iniziative messe in cantiere per migliorare l’appeal dell’intero territorio”.

Per accelerare questo processo di promozione e valorizzazione è nata l’”Associazione Casale”, con il preciso scopo di salvaguardare le specie ortofrutticole tradizionali in via di estinzione. “Tra i vari prodotti a rischio – afferma il presidente dell’associazione Giuseppe Cataldi – abbiamo individuato anche la patata, che oggi è coltivata esclusivamente da alcuni contadini delle località Mancini e Villaneto a cui va il grande merito di averla gelosamente preservata nel corso degli anni, sottraendola a una sicura scomparsa. La valorizzazione della patata e dei prodotti tipici locali – conclude Cataldi – rappresenta per San Severino Lucano un’occasione importante per lo sviluppo economico dell’intera area, soprattutto per chi, come noi, ha una forte e radicata tradizione agricola. (Chi ne volesse sapere di più può digitare www.agricolacasale.altervista.org o scrivere ad agricolailcasale@libero.it).

Alla vista la patata si presenta a pasta bianca, non è farinosa e ha il pregio di non sfaldarsi durante il processo di cottura. Ha una consistenza soda e la cottura uniforme la rende adatta a molteplici preparazioni. É ideale per la panificazione. A questo proposito è interessante segnalare che l’Alsia ha implementato la certificazione della filiera del pane ottenuto con l’utilizzo della patata di San Severino Lucano.

Date le peculiarità, le tecniche di coltivazione e di produzione di questa patata, storicamente legata alla cultura e alla cucina soprattutto del Pollino, ci troviamo senza dubbio di fronte a un prodotto di nicchia che, se valorizzato attraverso un meticoloso processo di promozione, può diventare, in un mercato che parla ormai biologico, sempre più apprezzato e ricercato.

(Giovanni Gallo)

articolo pubblicato su http://www.oltrefreepress.com

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Francesco (del 07/01/2011 @ 22:04:24, in news, linkato 745 volte)
A San Severino Lucano presso il centro parrocchiale, il 9 gennaio alle ore 18:00, si terrà un concerto dell'orchestra del Festival "Gregorio Strozzi".
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Francesco (del 19/12/2010 @ 20:20:03, in news, linkato 1027 volte)
Nella sezione "WEB-TV" un nuovo video by sanseverinolucano.com : "Festa Madonna del Pollino anno 1978" La Redazione
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Roberto (del 15/12/2010 @ 15:32:02, in news, linkato 920 volte)










Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Francesco (del 08/12/2010 @ 23:23:46, in news, linkato 882 volte)
A San Severino Lucano, nella splendida cornice del Parco Nazionale del Pollino, si è svolta la rassegna enogastronomica “Premio Spiga d’oro” e “Il Percorso dei Calici”, in collaborazione con le Scuole, il Comune gemellato di Buonvicino (CS), l’Amira Basilicata e l’Alsia che insieme all’Associazione per la valorizzazione e promozione dei prodotti ortofrutticoli e tipici locali e tradizionali “Casale”, ha presentato ai partecipanti i lavori su “Gli Antichi Fruttiferi del Pollino” e “Gli Ortaggi e Cereali Antichi”, in collaborazione con la guida turistica ed enogastronomica www.girovagandoinitalia.com. Nella piazza della frazione Mezzana Salice di S. Severino Lucano, sono stati allestiti stands che esponevano una rinomata serie di prodotti enogastronomici tipici e biologici del Pollino, molto apprezzate dal numeroso pubblico presente, allietato dal concerto di Musica dedicato a Gregorio Strozzi (Musicista del seicento nato a San Severino Lucano) a cura del Prof. Balestracci. Nel pomeriggio, presso l’elegante e raffinata struttura dell’Hotel Ristorante Mulino Iannarelli si è tenuta la conferenza a tema: Cultura enogastronomica nei borghidel Parco Nazionale del Pollino come fattore di crescita socio-economica. Tra i relatori, il dott. Saverio De Stefano, Sindaco di S. Severino Lucano, il dott.Francesco Fiore, Vice Presidente del Parco Nazionale del Pollino, il dott. Domenico Romaniello, Commissario Alsia, il dott. Giuseppe Cerbino dell’Alsia, il dott. Giuseppe Greco, Sindaco di Buonvicino (Cs) ed il Prof. Giuseppe Magno, Presidente dell’Amira Basilicata che ha presentato con alcuni suoi giovani aderenti, un’esibizione al flambé, a base di prodotti tipici lucani che hanno entusiasmato il pubblico e la giuria presente in sala. Questi i piatti elaborati: Rascatelli di farina carosella con ceci e baccalà, accompagnato dal rosato Vike Igt Grottino di Roccanova dell’azienda Cervino, filetto di maiale con mele ramuncedde locali con rosso Massanova dell’azienda Castelluccio di Senise.

Fonte:http://www.oltrefreepress.com/index.php/2010/12/08/nel-parco-del-pollino-grande-interesse-per-il-premio-spiga-doro-2010/
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29

< novembre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           


Titolo
news (282)
San Francesco di Paola il 19/06/2011 (1)

Catalogati per mese:
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020

Titolo
eventi (74)
manifesto autunno 2013 (1)
manifesto spiga d'oro (1)


Titolo
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Pertanto, non puo' considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001. Il materiale presente sul sito puo' essere liberamente riutilizzato citando la fonte.




24/11/2020 @ 13:20:12
script eseguito in 112 ms