San Severino Lucano blog realizzato da Francesco Fittipaldi e Roberto Forte © 2003-2015
Immagine
 vescovo 2016... di Admin
 
"
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.

Di Admin (del 19/01/2009 @ 14:09:18, in news, linkato 671 volte)
17/01/2009 Il collettore fognario che costeggia il fiume Frida in agro di San Severino Lucano si trasforma in pista ciclabile e diventa un nuovo anello nell’offerta turistica per gli amanti della natura. Trentamila gli euro messi a disposizione dalla provincia di Potenza per rendere la condotta, precedentemente realizzata dalla Comunità Montana Alto Sinni e poi da Acquedotto Lucano allo scopo di condurre le acque reflue di San Severino Lucano e parte di Viggianello all’impianto di depurazione della frazione Cropani, un percorso per mountain bike, trekking, passeggiate a piedi o a cavallo. I lavori sono stati appaltati. Dicevamo un nuovo anello per gli amanti della natura, o meglio un ulteriore estendimento della rete sentieristica, la pista polivalente, infatti si inserisce in un percorso che partendo da Bosco Magnano porta il turista, attraverso i sentieri lungo il fiume Frida al Mulino Iannarelli e fino al santuario della Madonna di Pollino, facendogli ammirare la Valle del Frido e in particolare i Mulini e tutte le bellezze e peculiarità naturali e paesaggistiche presenti nell’area. Il finanziamento provinciale prevede l’adeguamento funzionale del collettore sopradetto rendendolo pista polifunzionale fruibile al villeggiante curioso che durante il suo percorso oltre ad ammirare la meravigliosa scenografia di valli, corsi d’acqua, boschi e cime montuose può apprezzare i borghi rurali ristrutturati e ben tenuti o fermarsi a degustare i piatti tipici della tavola sanseverinese. “nello spirito della ormai diffusa domanda sociale di pianificazione del territorio a compatibilità ambientale, afferma il sindaco Francesco Fiore, e per realizzare azioni di trasformazione a minimo impatto ambientale; abbiamo voluto utilizzare il percorso del collettore già esistente, per realizzare una pista polivalente che diventerà anch’essa elemento di promozione del nostro patrimonio”. Fonte lasiritide
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 30/11/2008 @ 01:23:27, in news, linkato 593 volte)
Domani a San Severino Lucano taglio del nastro di “Culture dell’Anno Mille…” due i laboratori in programma e un seminario studi finali Si apre domani mattina lunedì 1 ottobre il sipario del Convegno di studi “Culture dell’Anno Mille nelle Valli del Sinni e nelle terre ioniche lucane”. A tagliare il nastro due laboratori uno di Burattini a cura del maestro Bruno Leone e uno Movimento Ritmico Corporeo a cura del Maestro Rino Bonanno. Promotori dell’iniziativa i Comuni di San Severino Lucano, Carbone e Chiaromonte, l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici e l’Istituto di Musica Occidentale Orientale, Archivio Lucano delle Voci. Entrambi i laboratorio si terranno a San Severino Lucano, il primo prevede la costruzione di burattini e la realizzazione di brevi spettacoli. I burattini saranno realizzati in legno e stoffa con materiali raccolti nei boschi e sul greto dei fiumi e saranno lavorati con attrezzi manuali. I materiali, immagini e testi, cui liberamente si farà riferimento sono quelli comuni al progetto drammatugrico ‘Storie del bosco Pantano’. Per la costruzione delle storie che vedranno protagonisti i burattini si farà un lavoro preliminare sull’uso del burattino, sull’animazione, sul dialogo, sull’uso degli oggetti, sul ritmo (balletto, combattimenti, etc.), basato soprattutto sulle tecniche delle guarattelle. Si raccoglieranno storie tradizionali o inventate, preferibilmente legate all’immaginario dei luoghi. Si trasformeranno tali storie in sceneggiature per burattini si metteranno in scena le storie con i burattini e attraverso un lavoro di improvvisazione e di regia si arriverà a una messa in scena finale da poter presentare in pubblico. L’idea che l’uomo possa costituire un pericolo per la specie e l’habitat dell’uomo stesso è la considerazione preliminare che guida il laboratorio Movimento Ritmico Corporeo. Orientare i partecipanti ad una pratica quotidiana fondata sulla esplorazione e il riconoscimento degli strati profondi della coscienza ne costituisce la finalità. L’apprendimento di tecniche dell’ascolto interiore che metta in condizione chi ne faccia pratica di controllare il proprio equilibrio psicofisico e di indurre attitudini orientate alla consapevolezza di sé, è la via che il laboratorio propone. Il laboratorio in tal senso è un teatro del gesto. Il principio cui si ispira il lavoro del laboratorio trova ispirazione nella natura e nei suoi elementi : il fuoco, l’acqua, l’aria la terra. Base delle tecniche del laboratorio è l’arte giapponese dell’Aikido (arte dell’armonizzazione delle energie). Durante il corso si affronteranno: Tecniche di respirazione-Respirazione del cielo-Respirazione della terra-Spostamento del corpo nello spazio-Movimento lineare, circolare e a spirale-La giusta postura ( terra,uomo,cielo)-Movimento dell’Acqua-Movimento del Fuoco-Movimento della Terra-Movimento dell’Aria-Suoni e vibrazioni interne-Ascolto-Tecniche di respirazione 2-Respirazioni per gli organi interni-Movimento dell’Acqua a coppie-Movimento del Fuoco a coppie-Movimento della Terra a coppie-Movimento dell’Aria a coppie-Tecniche di respirazione 3-La respirazione con i suoni-Movimento continuo a coppie-Uso del bastone di legno-Movimento a coppie con il bastone-Studio di una forma di relazione con il bastone a coppie-Rappresentazione di una forma di combattimento con il bastone. L’esito dei laboratori sarà reso pubblico domenica 7 dicembre nel corso del seminario studi. Il seminario si svolgerà il 7 dicembre a San Severino Lucano l’8 a Chiaromonte, in allegato programma completo della due giorni. Antonietta Zaccara
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 28/11/2008 @ 15:08:01, in news, linkato 707 volte)
Sarà riaperta al culto domenica mattina (30 novembre) alle ore 10,30, la chiesa della Madonna degli Angeli a San Severino Lucano. A presiedere il rito della benedizione della chiesa madre e della dedicazione del nuovo altare sarà il vescovo della diocesi di Tursi Lagonegro Mons. Francesco Nolè. L’edificio per lavori di restauro iniziati nel 2002 è rimasto chiuso. Il “tempio” antistante piazza Marconi, fu edificata, probabilmente nei primi decenni del 1500. Essa spicca nella sua imponente sagoma in stile romanico. Offre attraenti pregi artistici ed è costituita da 3 navate: quella centrale è ornata da antichi cornicioni e capitelli, da colonne e splendide arcate con volta lignea e pregiato portale. Di grande fattura sono pure i 9 altari, del 1700, di marmo multicolore e l’antico, ottocentesco, soffitto a cassettoni. All’imponente struttura arrecò ingenti danni il terremoto del 1857, la chiesa rimase, infatti, chiusa fino al 1890, quando dopo molteplici riattazioni e restauri fu riaperta, in questi anni le sue precarie condizioni hanno richiesto diversi lavori di restauro, gli ultimi iniziati nel 2002 sono stati effettuati ad opera della Soprintendenza per i beni architettonici che ha provveduto a consolidare abside, navata, capriata, a rifare il tetto e il pavimento e altro. L’ultimazione dei lavori è stata possibile grazie a un finanziamento regionale di 43mila euro, l’arredo, invece, grazie alla generosità dei sanseverinesi. La chiesa avrà un nuovo altare in pietra acquistato da don Camillo Perrone, già parroco di San Severino Lucano. “Domenica, dice il sindaco Francesco Fiore, restituiremo alla comunità la chiesa madre, il tempio rimesso a nuovo e pronto a ritornare alla sua funzione. Sono particolarmente soddisfatto perché in poco più di un anno siano riusciti a completare questo edificio di culto e il Santuario della Madonna di Pollino, due luoghi importanti per la cittadina.” Don Nicola Modarelli, parroco afferma, “attendo con ansia l’apertura della chiesa madre, è al centro del paese, sarà possibile impostare una pastorale più incisiva essendo nel cuore della vita del paese”. Alla celebrazione presieduta da Mons. Nolè prenderanno parte tra gli altri, il vescovo di Tricarico Mons. Vincenzo Orofino e don Camillo. Il programma prevede i saluti del sindaco e del parroco e l’intervento del presidente della giunta regionale Vito De Filippo e del soprintendente per i beni architettonici e per il paesaggio di Basilicata Attilio Maurano. Fonte lasiritide.it
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 18/11/2008 @ 09:24:13, in news, linkato 703 volte)
Dalla Sicilia a San Severino Lucano e nel Parco Nazionale del Pollino per una cinque giorni di escursioni e scambi. Arriveranno domani (Lunedì 17 novembre) sei scuole siciliane provenienti dalle quattro aree protette dell’isola. Visite guidate, dibattiti, incontri e teatro sono i tasselli del mosaico che compongono il programma dell’iniziativa. L’arrivo è previsto alle ore 18,00 dopo cena sarà presentato il Parco del Pollino. Martedì visiteranno Rotonda e in particolare sono previste Escursione al Belvedere di Malevento ad ammirare i Pini Coricati e al Museo Naturalistico del Pollino, nel pomeriggio escursioni alle Gole di Jannace e alle 20,30 lo spettacolo “il lupo Demostene” Mercoledì è previsto un Incontro con l’Istituto Comprensivo di San Severino Lucano e alle 17,00 Tavola rotonda dal tema: “le aree protette della Basilicata e della Sicilia per la tutela della biodiversità” (principi, metodologie e buone pratiche per la realizzazione di progetti didattici finalizzati a programmi di turismo sostenibile nelle aree protette, dopo cena attività di orienteering nel centro storico di San Severino Lucano Giovedì gli ospiti si dirigeranno a Riserva Naturale Orientata del Torrente Peschiera ed escursione nella faggeta del Bosco Magnano Visita al recinto faunistico del Cervo Nel pomeriggio Partenza per San Paolo Albanese e visita al Museo della Cultura arbëreshë e dopo cena : Spettacolo “Il testamento dell’albero”. Venerdì mattina gli ospiti lasceranno San Severino Lucano per far rientro in Sicilia. Antonietta Zaccara
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 26/10/2008 @ 01:40:58, in news, linkato 748 volte)
FIRMATO A SAN SEVERINO LUCANO L’ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DEL CONTRATTO DI QUARTIERE

 Il sindaco di San Severino Lucano Francesco Fiore e il Presidente della Giunta Regionale Vito De Filippo, hanno firmato l’accordo di Programma per la realizzazione del Contratto di Quartiere. Presenti alla manifestazione oltre alla Giunta comunale un gran numero di cittadini, don Camillo Perrone, già parroco della cittadina e Antonio Larocca, funzionario regionale. Due milioni l’investimento destinato al comune per la realizzazione del progetto, ha spiegato il primo cittadino, che si attua attraverso l’acquisizione di fabbricati privati siti nel centro storico e in disuso che saranno recuperati e rimessi in uso a scopo artigianale e commerciale i primi piani e residenziali i piani superiori. “è un progetto notevolmente ambizioso, ha detto il sindaco Fiore, che ha continuato, è un momento importante per il nostro comune perché non è di tutti i giorni avere un trasferimento di fondi di due milioni di euro per un investimento”. Il Presidente De Filippo ha ricordato l’iter che ha portato alla firma, diversi i progetti candidati a finanziamento ministeriale ma i fondi dello Stato non furono sufficienti per finanziarli tutti, la regione nel 2005 mise a disposizione un proprio budget per i comuni rimasti fuori dalla graduatoria, di tali soldi due milioni sono toccati a San Severino Lucano. Il presidente ha lodato l’attività dell’amministrazione comunale della cittadina del Pollino “San Severino, ha detto, è un buon esempio di vita amministrativa, urbanistica e di vita, attiva ottime possibilità in termini imprenditoriali…” Il piano, ha spiegato l’architetto Francesco Dattoli, prevede la realizzazione, nel centro storico area interessata al Contratto di Quartiere, di botteghe e laboratori artigiani ai piani terra degli alloggi da affidare a privati o cooperative per offrire al settore turistico una nuova offerta e favorire tra l’altro la visita dei vicoli, a ciò si aggiunge un programma di sostegno culturale e di formazione professionale e a servizio dell’intervento residenziale la realizzazione di opere di urbanizzazione e infrastrutturali, gli spazi antistanti le case che saranno recuperate diventeranno una sorta di salotti all’aperto, il progetto prevede inoltre l’ampliamento del campo sportivo e la realizzazione di alcuni servizi tra cui una pista ciclabile in località Viscigli. Tutto per migliorare la qualità della vita, rivitalizzare il centro storico e permettere il ritorno a casa almeno di parte di quei tanti cervelli costretti a lavorare fuori. La scommessa è solo all’inizio.

 Antonietta Zaccara
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 23/10/2008 @ 01:18:26, in news, linkato 679 volte)

Sarà firmato, domani (24 ottobre) pomeriggio, a San Severino Lucano l’accordo di Programma fra regione e comune per la realizzazione del Contratto di Quartiere. Due milioni l’investimento destinato al comune per la realizzazione del progetto che si attua attraverso l’acquisizione di fabbricati privati in disuso che saranno recuperati e rimessi in uso.

Il “Contratto di Quartiere” è un progetto di recupero complessivo e integrato di risorse, un programma di sviluppo del centro storico a vari livelli, che riguarda il recupero e la riqualificazione architettonica, urbanistica ed economica.

Quello di San Severino Lucano definito “Contratto di Quartiere II” si ricollega ad una legge del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 1998, sul recupero dei centri storici.

E’ stato denominato “Casale”, nome con cui, in passato, veniva indicato il centro di San Severino Lucano dagli abitanti delle frazioni e dei paesi circostanti non essendo ancora comune autonomo ma Casale di Chiaromonte.

Ciò che caratterizza questi contratti è l’interazione, la contrattazione tra vari soggetti pubblici (Comuni, Regioni e Stato centrale) e tra questi e i privati, che per la prima volta sono chiamati a collaborare nelle scelte sulla realizzazione del progetto stesso: le esigenze, le richieste di servizi e i desideri del singolo diventano strumento di progettazione.

“Il contratto di quartiere vuole essere parte di un percorso che questo Ente sta perseguendo, dice il sindaco Francesco Fiore, integrandosi in azioni che mirano a valorizzare il nostro Comune sotto il profilo della fruizione turistica, dello sviluppo socio- economico e culturale e del miglioramento della qualità della vita. Finalità economica del Progetto è il recupero, ripristino e miglioramento di tutte quelle attività, che nel recente passato facevano di questo ambito il centro vitale del comune”.

Il piano prevede la realizzazione, nel centro storico area interessata al Contratto di Quartiere, di botteghe e laboratori artigiani ai piani terra degli alloggi da affidare a privati o cooperative per offrire al settore turistico una nuova offerta e favorire tra l’altro la visita dei vicoli, a ciò si aggiunge un programma di sostegno culturale e di formazione professionale e a servizio dell’intervento residenziale la realizzazione di opere di urbanizzazione e infrastrutturali.

Alle ore 18,00 il sindaco Fiore e il presidente della Giunta Regionale Vito De Filippo apporranno la firma che darà concretezza al progetto.


Antonietta Zaccara

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 17/10/2008 @ 11:31:10, in news, linkato 726 volte)
Sabato 18 ottobre 2008
ore 18.00 - Caldarroste in piazza

* * *
Sabato 25 ottobre 2008
ore 18.00 - Caldarroste in piazza
 * * *
25 - 26 ottobre 2008
 IIIa Mostra micologica

* * *
Sabato 1 novembre 2008
Manifestazione gastronomica
"I sapori autunnali"
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 12/10/2008 @ 01:51:43, in news, linkato 716 volte)
Il consiglio comunale di San Severino Lucano ha approvato il Regolamento Urbanistico. L’iter si è concluso, l’ultimo atto è stato compiuto dall’assise municipale. Tra le novità di rilievo la “trasformazione” delle frazioni Mezzana e Cropani da rioni rurali ad urbani.
Il Piano urbanistico comunale è un insieme di normative che regolano l'attività edilizia del comune, è uno strumento che disciplina il territorio nel perimetro dei suoli urbanizzati, non urbanizzati e riservati all’armatura urbana e gli insediamenti esistenti sull’intero territorio. Esso nasce dalla necessità di aggiornare ed integrare il vecchio piano regolatore generale, aggiornato e ridefinito nel nuovo strumento dalle legislazioni regionali.
“Per la nostra comunità essere riusciti a completare l’iter per l’approvazione definitiva di questo strumento di pianificazione, dice il Sindaco Francesco Fiore, è molto importante, perché abbiamo la possibilità di effettuare interventi su tutto il territorio comunale, interventi mirati allo sviluppo di nuova edificabilità tenendo in debito conto le mutate esigenze correlate allo sviluppo turistico e al recupero del patrimonio urbanistico esistente. La filosofia del piano è quella di non creare comparti diversificati, aree contraddistinte, ma di prevedere nelle aree urbane insediamenti abitativi, botteghe di artigianato artistico, punti vendita, strutture ricettive”. Sono pochi ad oggi i comuni lucani che si sono dotati di questo strumento, “la maggioranza consiliare, continua il primo cittadino con grande senso di responsabilità, manifestando grande coesione approva uno strumento che, spesso, in altre realtà diventa causa di contrasti, di dissidi, di incomprensioni. E’ anche questo uno di quei fatti concreti con i quali si dà risposte ad accuse superficiali di una minoranza consiliare becera e vuota, incapace di fare proposte serie, inconsistente sul piano dei consensi, che cerca, in ogni modo, di ostacolare le azioni positive dell’Amministrazione comunale di San Severino Lucano”.
Tra le novità importanti previste dal nuovo piano, dicevamo la “trasformazione” delle frazioni rurali Mezzana e Cropani in rioni urbani, poiché centri a elevata concentrazione di costruzioni e con caratteristiche urbane. Naturalmente la redazione del Piano ha visto lo studio del territorio nella totalità delle sue caratteristiche, tra le altre cose studi geologici approfonditi hanno permesso di escludere dalla possibilità di interventi edificatori aree che presentano particolari rischi dal punto di vista idrogeologico.

Fonte : lasiritide.it
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 07/10/2008 @ 11:09:46, in news, linkato 793 volte)

RACCOLTA DIFFERENZIATA

(Umido - Carta e cartone – Vetro - Plastica e allumino)

I materiali non menzionati nello smaltimento differenziato, tipo ceramica, pannoloni, piatti e bicchieri di plastica unti, carta unta, metalli, specchi, ecc., sono da considerarsi umido indifferenziato, da raccogliere nelle buste nere utilizzate anche per  l’umido. 

Ricapitolando:

  • Umido = buste nere
  • Umido indifferenziato = buste nere
  • Carta e cartone =buste bianche
  • Vetro =buste verdi
  • Plastica e alluminio = buste gialle

Il servizio parte con le modalità indicate, ma è suscettibile di variazioni sulla base di esigenze che dovessero verificarsi.

La raccolta differenziata avrà inizio il 13/10/2008 a Mezzana e dintorni dalle ore 8:00, il 15/10/2008 a San Severino Centro e Cropani – Pomarreta il 20/10/2008 dalle ore 8:00.

 

San Severino Centro  


Cropani e dintorni


Lunedì

UMIDO + UMIDO INDIFFERENZIATO

Martedì

PLASTICA/ALLUMINIO

Mercoledì

UMIDO + UMIDO INDIFFERENZIATO

Giovedì

VETRO

Venerdì

UMIDO + UMIDO INDIFFERENZIATO

Sabato

CARTA / CARTONE

                  


 

 

Mezzana e dintorni   

Lunedì

VETRO

Martedì

UMIDO + UMIDO INDIFFERENZIATO

 

Giovedì

UMIDO + UMIDO INDIFFERENZIATO

PLASTICA/ALLUMINIO

Sabato

UMIDO + UMIDO INDIFFERENZIATO

CARTA / CARTONE

 

 

 

 

 





 

 

Villaneto

Martedì UMIDO+UMIDO INDIFFEREZIATO
   


Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 28/09/2008 @ 14:09:44, in news, linkato 734 volte)
A partire dalle ore 09.30 di mercoledì 1° ottobre 2008; presso la sede Municipale prenderà’ l’avvio della “Raccolta differenziata porta a porta”, dove si procederà alla consegna ad ogni nucleo famigliare di buste colorate, brochure, secchio antirandagismo, lettera informativa.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29

< novembre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           


Titolo
news (282)
San Francesco di Paola il 19/06/2011 (1)

Catalogati per mese:
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020

Titolo
eventi (74)
manifesto autunno 2013 (1)
manifesto spiga d'oro (1)


Titolo
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicita'. Pertanto, non puo' considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001. Il materiale presente sul sito puo' essere liberamente riutilizzato citando la fonte.




24/11/2020 @ 13:10:44
script eseguito in 239 ms