SAN SEVERINO LUCANO [.com]

FIRMATO A SAN SEVERINO LUCANO L’ACCORDO REALIZZAZIONE DEL CONTRATTO DI QUARTIERE

FIRMATO A SAN SEVERINO LUCANO L’ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DEL CONTRATTO DI QUARTIERE

 

 Il sindaco di San Severino Lucano Francesco Fiore e il Presidente della Giunta Regionale Vito De Filippo, hanno firmato l’accordo di Programma per la realizzazione del Contratto di Quartiere. Presenti alla manifestazione oltre alla Giunta comunale un gran numero di cittadini, don Camillo Perrone, già parroco della cittadina e Antonio Larocca, funzionario regionale. Due milioni l’investimento destinato al comune per la realizzazione del progetto, ha spiegato il primo cittadino, che si attua attraverso l’acquisizione di fabbricati privati siti nel centro storico e in disuso che saranno recuperati e rimessi in uso a scopo artigianale e commerciale i primi piani e residenziali i piani superiori. “è un progetto notevolmente ambizioso, ha detto il sindaco Fiore, che ha continuato, è un momento importante per il nostro comune perché non è di tutti i giorni avere un trasferimento di fondi di due milioni di euro per un investimento”. Il Presidente De Filippo ha ricordato l’iter che ha portato alla firma, diversi i progetti candidati a finanziamento ministeriale ma i fondi dello Stato non furono sufficienti per finanziarli tutti, la regione nel 2005 mise a disposizione un proprio budget per i comuni rimasti fuori dalla graduatoria, di tali soldi due milioni sono toccati a San Severino Lucano. Il presidente ha lodato l’attività dell’amministrazione comunale della cittadina del Pollino “San Severino, ha detto, è un buon esempio di vita amministrativa, urbanistica e di vita, attiva ottime possibilità in termini imprenditoriali…” Il piano, ha spiegato l’architetto Francesco Dattoli, prevede la realizzazione, nel centro storico area interessata al Contratto di Quartiere, di botteghe e laboratori artigiani ai piani terra degli alloggi da affidare a privati o cooperative per offrire al settore turistico una nuova offerta e favorire tra l’altro la visita dei vicoli, a ciò si aggiunge un programma di sostegno culturale e di formazione professionale e a servizio dell’intervento residenziale la realizzazione di opere di urbanizzazione e infrastrutturali, gli spazi antistanti le case che saranno recuperate diventeranno una sorta di salotti all’aperto, il progetto prevede inoltre l’ampliamento del campo sportivo e la realizzazione di alcuni servizi tra cui una pista ciclabile in località Viscigli. Tutto per migliorare la qualità della vita, rivitalizzare il centro storico e permettere il ritorno a casa almeno di parte di quei tanti cervelli costretti a lavorare fuori. La scommessa è solo all’inizio.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>