SAN SEVERINO LUCANO [.com]

Terremoti: scosse continue sul Pollino, è una notte di paura. Lo sciame sismico si sta intensificando…

E’ una notte di paura sul Pollino, dove una forte scossa di terremoto e’ stata avvertita nel territorio compreso tra Calabria e Basilicata, interessato da un intenso sciame sismico ormai da più di due anni. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha registrato la scossa alle 22:28 di magnitudo 3.6 ed una profondità di soli 8,1km . La popolazione ha avvertito il terremoto e in alcuni casi si è anche riversata per strada. Ma dopo ci sono state altre due scosse, tanto che complessivamente sono stati tre i movimenti tellurici registrati in serata. Il secondo è stato più lieve, di magnitudo 2.3 alle 22:38 a 7.6km di profondità, mentre l’ultimo è stato di magnitudo 3.3 a 7.9km di profondità, e si è verificato pochi minuti fa, alle 23:27. Al momento non si segnalano danni ma sono in corso ulteriori verifiche. Dal 1° ottobre 2010, esattamente due anni fa, sono ben 2.983 le scosse di terremoto che hanno interessato la zona del Pollino. Di queste, solo 18 hanno superato la magnitudo 3.0, tra cui le due di stasera. Negli ultimi mesi lo sciame sismico s’è notevolmente intensificato, infatti di queste 18 scosse superiori a magnitudo 3.0, ben 5 sono state registrate nel mese di settembre che si è concluso domenica, e due ad agosto. Quindi negli ultimi due mesi se ne sono verificate 9 su 18, tra quelle di magnitudo superiore a 3.0. La più forte in assoluto è stata quella di magnitudo 4.3 del 28 maggio 2012, con tanta paura e anche dei danni a Morano Calabro. Nessuno può sapere cosa accadrà nelle prossime ore e nei prossimi giorni, fatto sta che tra Calabria e Basilicata cresce la paura…

Fonte notizia:

http://www.meteoweb.eu unedì 1 ottobre 2012, 23:59 di Peppe Caridi

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>